Siamo a casa, tutti. O quasi. Comunque la maggior parte di noi. Per la prima volta abbiamo tempo di guardare lo spazio in cui viviamo, osservarlo, capirlo meglio, interpretarlo. Ci viviamo dentro più ore, quindi ci accorgiamo dei suoi pregi e difetti, come è ovvio che sia. E ci rendiamo anche conto di quanto sia importante rendere confortevole e accogliente la nostra casa, più di quanto già non sia. Non solo per ostentare, per mostrare che viviamo in luoghi curati, ma anche e soprattutto per noi stessi e i nostri cari. Lo spazio del vivere quotidiano, che ora è letteralmente e per davvero quotidiano, è fondamentale per il benessere psicofisico della persona che lo abita, e in quanto tale gli va assegnata attenzione.

Come rendere accogliente la casa a noi stessi

L’errore è pensare la casa in funzione degli altri, come luogo in cui si ostenta uno status, piuttosto che come spazio che avvolge la nostra vita. Come rendere accogliente una casa, quindi, è facile: è difficile renderla accogliente per chi la abita perché è ciò a cui non si pensa.
Due consigli, su tutti. Il primo: pensare agli spazi e al fatto che il vuoto ha lo stesso valore del pieno. Tradotto, per rendere una casa confortevole, non ammassare oggetti e arredi, ma lasciare che ci siano gli spazi vitali tra di essi. Ci vuole respiro, soprattutto se la casa non è grande: anche pochi centimetri possono fare la differenza perché facilitano i gesti quotidiani, i movimenti, e mettono in sicurezza le persone che ci abitano.
Secondo: scegliere gli arredi e gli oggetti che rispecchiano noi stessi, non che seguono una moda del momento. E per farlo è necessario pensare, progettare, dedicarci tempo. Evitare di scegliere solo perché si trova quell’arredo sulla rivista appena uscita. La casa è un luogo intimo in cui non esiste la moda: quella passa, chi ci abita invece resta.

Come rendere una casa calda, cioè più accogliente

Rendere una casa calda significa trasmettere un senso di accoglienza. Non si intende calda a livello di temperatura, quindi. Per farlo è utile scegliere colori caldi, sia per i rivestimenti che per i mobili. E allo stesso tempo, consentire alla luce di entrare al massimo delle possibilità, o illuminare gli spazi con lampadine a luce calda e a diffusione ambientale.
Calore significa accoglienza, e quest’ultima fa rima con comfort. Per rendere una casa più confortevole, oltre che dotarsi delle nuove tecnologie interattive che facilitano la vita domestica, è importante riconsiderare l’ordine. Togliere gli ostacoli, riordinare le cose, dare un senso alla disposizione, sono tutte azioni che rendono una casa più confortevole.

Ma tutto parte da un progetto. Guarneri può aiutarti nel ripensare gli spazi della tua casa e renderla più confortevole. Contattaci.

#NOI PAGHIAMO I FORNITORI